martedì 28 dicembre 2021

CORSO ORDINARIO ANNO 2022 DI FORMAZIONE E ORIENTAMENTO PER L’ESAME DI STATO DI ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI AVVOCATO


 




Scadenza: 28 gennaio 2022

Posti limitati a n. 20





Scarica il bando al 👉 link

Compila il form  ðŸ‘‰ link



SCUOLA DI FORMAZIONE FORENSE
“Avv. Pietro Drago”
TRAPANI
CORSO ORDINARIO ANNO 2022 DI FORMAZIONE E ORIENTAMENTO
PER L’ESAME DI STATO DI ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI AVVOCATO
La SCUOLA DI FORMAZIONE FORENSE “Avv. Pietro Drago” dell’Ordine degli Avvocati di Trapani bandisce anche nell’ambito delle finalità di cui all’art. 43 della L. n. 247/2012, per il periodo formativo Gennaio/Dicembre 2022, un corso di formazione finalizzato a consentire agli iscritti nei registri dei Praticanti Avvocati di acquisire le conoscenze e le abilità necessarie al superamento delle prove dell’esame di Stato per l’esercizio della professione di Avvocato, con particolare attenzione alle attuali modalità di svolgimento dell’esame, come previste dal DL 13 marzo 2021 n. 31,convertito con modificazioni dalla legge 15 aprile 2021 n. 50, e confermate per la sessione 2021 dall’art. 6 della legge
3 dicembre 2021 n. 205, di conversione – con modificazioni – del DL 8 Ottobre 2021 n. 139.
Il corso sarà tenuto da docenti universitari, avvocati e magistrati, preferenzialmente con incontri in presenza, presso il Polo Territoriale Universitario di Trapani, in Erice –Casa Santa, Lungomare Dante Alighieri, ovvero, in caso di eventuali restrizioni connesse all’emergenza pandemica ancora in corso, mediante l’utilizzo di piattaforme telematiche idonee alla formazione a distanza, che assicurino la partecipazione dei corsisti in modalità
di videoconferenza.
DURATA DEL CORSO
Il corso avrà inizio l’8 febbraio 2022 e termine il 9 dicembre 2022, fatta salva la possibilità di necessarie modifiche e/o di prolungamento per l’eventuale recupero di incontri non tenuti secondo quanto previsto nel calendario che sarà pubblicato prima dell’inizio del corso.
Il termine di scadenza di presentazione della domanda di partecipazione viene fissato in
data 28 gennaio 2022.
ATTIVITA’ FORMATIVE
Le attività formative saranno costituite da due incontri settimanali, a far data dall’8 febbraio 2022, per
complessive n. 202 ore, nei seguenti ambiti disciplinari:
78 ore per lezioni ed esercitazioni di diritto civile, suddivise in 13 incontri di tre ore per lezione, tenuti dal docente della materia, e 13 incontri di tre ore per esercitazioni, tenuti dal tutor della materia, da svolgersi in 13 settimane per due incontri a settimane alterne;
18 ore per lezioni di elementi di procedura civile e tecnica di redazione degli atti, da svolgersi in 6 incontri da tre ore, tenuti da avvocati del libero foro con ausilio del tutor della materia, una volta a settimana per 6 settimane alternate con gli incontri delle altre discipline;
78 ore per lezioni ed esercitazioni di diritto penale, suddivise in 13 incontri di tre ore per lezione, tenuti dal docente della materia, e 13 incontri di tre ore per esercitazioni, tenuti dal tutor della materia, da svolgersi in 13 settimane per due incontri a settimane alterne;
18 ore per lezioni di elementi di procedura penale e di tecnica di redazione degli atti, da svolgersi in 6 incontrida tre ore , tenuti da avvocati del libero foro con ausilio del tutor della materia, una volta a settimana per 6 settimane alternate con gli incontri delle altre discipline;
10 ore di deontologia forense, da svolgersi in 4 incontri di 2,5 ore ciascuno, tenuti da avvocati del libero foro, distribuiti in 4 settimane per un solo incontro a settimana;
Gli incontri si svolgeranno nelle giornate programmate nel calendario che sarà pubblicato e reso noto prima dell’inizio del corso.
OBIETTIVI
Nel presupposto che le conoscenze istituzionali siano state già acquisite dai corsisti con il conseguimento della laurea in giurisprudenza, il corso si prefigge l’obiettivo di fornire una formazione che miri a completare la maturità dei tirocinanti e la loro capacità di giuristi pratici, oltre che a fornire gli strumenti utili al superamento dell’esame di Stato.
Lo svolgimento delle lezioni e degli incontri privilegerà dunque da parte dei docenti e dei tutors metodologie e strategie didattiche volte agli “approfondimenti” nell’ambito delle materie oggetto del corso, che si estrinsechino nella trasmissione di conoscenze teoriche specialistiche e pratiche trasversali quali l’uso del linguaggio giuridico appropriato, l’acquisizione della tecnica di redazione degli atti anche per l’impugnazione dei provvedimenti giurisdizionali, l’argomentazione giuridico-persuasiva, la tecnica di ricerca anche telematica delle fonti e del precedente giurisprudenziale.
L’obiettivo primario è quello infatti di consentire l’acquisizione dell’abilità di risoluzione di problemi giuridici complessi, e la loro capacità di gestione, mediante la corretta ed adeguata applicazione di tutte le competenze necessarie, attraverso la disamina di casi concreti, secondo il metodo c.d. casistico, quale strumento ottimale non solo alla preparazione dei candidati all’esame di abilitazione, ma altresì all’acquisizione da parte degli stessi della capacità di applicazione nella concretezza dei rimedi di tutela, che è poi requisito fondamentale dell’esercizio della professione forense.
Nell’attuale incertezza in ordine alle modalità di svolgimento del prossimo esame di Stato di abilitazione alla professione di avvocato, dovuta al permanere delle disposizioni normative emergenziali conseguenti alla pandemia Covid 19, il corso sarà orientato al modello attualmente adottato del c.d. “doppio orale” che presuppone la valutazione della preparazione maturata dai candidati, applicando in luogo della ponderazione dei tradizionali pareri ed atti scritti, la rapidità di un riscontro in forma orale, su quesiti singolarmente proposti a ciascun candidato dalla Sottocommissione esaminatrice.
Siffatte competenze verranno dunque conseguite dai corsisti attraverso l’approfondimento teorico/pratico delle c.d. “tracce” e le relative esercitazioni in forma orale, quest’ultime da svolgersi con l’ulteriore supporto ed affiancamento dei tutors, i quali potranno proporre altresì, a completamento del percorso formativo, esercitazioni in forma scritta, con relative sessioni di correzione da svolgersi anche, per la migliore efficacia e comprensione delle stesse, con riscontro frontale.
Verranno altresì affrontati i principi essenziali fondanti il codice deontologico forense, al fine di evidenziarne in concreto la rilevanza della loro quotidiana applicazione, con l’obiettivo primario di infondere nei praticanti avvocati la fondata convinzione che il rispetto delle norme deontologiche non debba essere finalizzato ad evitare l’applicazione delle sanzioni disciplinari, ma piuttosto al rispetto della regola deontologica quale strumento per svolgere in modo appropriato i compiti che sono propri della professione di Avvocato.
La Scuola si riserva di offrire ulteriori iniziative formative, a partecipazione facoltativa, finalizzate ad una più completa acquisizione delle competenze e ad un potenziamento delle stesse; in particolare, tra queste, la partecipazione all’iniziativa Scacco D’atto, Torneo di retorica forense, secondo il modello della sfida tra Scuole Forensi, patrocinato dal Consiglio Nazionale Forense e dalla Scuola Superiore dell’Avvocatura, che nella prossima edizione 2022 si svolgerà a Cosenza.
DOMANDE DI PARTECIPAZIONE
Possono presentare domanda di partecipazione al corso coloro che sono iscritti nei Registri dei Praticanti Avvocati tenuti dagli Ordini Forensi del Distretto della Corte di Appello di Palermo.
La classe di formazione sarà costituita da un numero minimo di 15 ed un numero massimo di 20 corsisti.
Nel caso in cui le domande di iscrizione dovessero risultare superiori al numero massimo, come sopra previsto, occorrerà selezionare i richiedenti privilegiando gli iscritti nel Registro dei Praticanti avvocati dell’Ordine di Trapani in considerazione del fatto che gli oneri finanziari del corso ricadono anche sul Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Trapani, e dell’assenza di fini di lucro del corso.
Si stabilisce altresì che nel caso in cui le domande dei soli iscritti nel Registro dei Praticanti avvocati dell’Ordine di Trapani dovessero superare il numero massimo, verrà data preferenza, tra di essi, a coloro che avranno conseguito il voto più alto nell’esame di laurea, ovvero, in subordine, a quelli più giovani di età.
La partecipazione al corso comporta il pagamento di una retta, quale contributo di partecipazione alle
spese di organizzazione e di gestione del corso, che si stabilisce in euro 700,00 (oltre IVA, se dovuta), che sarà ridotta ad euro 650,00, ove si raggiunga il numero massimo previsto di 20 iscritti, da corrispondersi nelle seguenti modalità:
Prima rata di euro 250,00 contestualmente all’iscrizione;
Seconda rata di euro 250,00 entro il 30 giugno 2022;
Terza rata di saldo pari ad euro 200,00, ovvero euro 150,00 in caso di raggiungimento del numero massimo di 20 iscritti, entro il 30 ottobre 2022.
Per tutti coloro che hanno già pagato la retta per la frequentazione del corso breve 2021, pari ad euro 150,00, è previsto un abbattimento di pari importo sulla retta del presente corso 2022, da compensarsi con la terza rata di saldo che, dunque, dovrà essere corrisposta nella minor somma di euro 50,00, ovvero non sarà dovuta nel caso in cui il costo finale del corso 2022 dovesse fissarsi in via definitiva nella minor somma di euro 650,00.
Tutti gli iscritti dovranno corrispondere l’intera retta come sopra stabilita, anche nel caso in cui dovessero, per ragioni personali, interrompere la frequenza del corso anticipatamente.
Tutte le rate dovranno versarsi mediante bonifico bancario sul conto corrente intestato alla Scuola di Formazione Forense avv. Pietro Drago, presso banca CREDEM, le cui coordinate IBAN sono
IT23V0303216400010000032962.
L’iscrizione al corso dovrà avvenire mediante invio del modulo allegato al presente bando, contenente le generalità complete del richiedente, un indirizzo di posta elettronica valido ed un numero di telefono
cellulare attivo, nonché le dichiarazioni ulteriori in esso previste, da inoltrare alla Segreteria del corso entro e non oltre il 28 gennaio 2022 unitamente alla ricevuta del bonifico attestante l’avvenuto versamento della prima rata, all’indirizzo mail scuolaforensedrago@gmail.com.
In caso di mancata ammissione al corso, la somma versata per l’iscrizione sarà restituita al richiedente.
RICONOSCIMENTI E CREDITI FORMATIVI
Ai corsisti che avranno osservato una frequenza pari almeno all’80%, sarà rilasciato un attestato di partecipazione
con l’attribuzione dei crediti formativi; è pendente l’istanza di accreditamento per il riconoscimento da parte del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Trapani dei crediti ordinari e di quelli obbligatori.
INFORMAZIONI E CONTATTI
Per ulteriori informazioni gli interessati possono rivolgersi alla Segreteria dell’Ordine degli Avvocati di Trapani, nonché consultare il sito (https://scuoladrago.blogspot.com/?m=0) o la pagina facebook della Scuola Forense avv. Pietro Drago, ed altresì inviare una mail all’indirizzo scuolaforensedrago@gmail.com.
Contatti telefonici:
092323027 Direttore della Scuola avv. Laura Tasquier;
3385921471 Segretario della Scuola avv. Giovanna Millocca
Trapani, 27 dicembre 2022
Il Direttore della Scuola
Avv. Laura Tasquier

Presentazione del Corso 12 luglio 2022 ore 16 - Calendario delle lezioni

  I l calendario degli incontri del Corso di formazione della Scuola Forense. Il corso sarà presentato il giorno 12 luglio 2022 alle ore 16....